Schulz: il meglio è ciò che non si vede. Da La Cuccia del Filosofo

charlie brown baseball2Prendiamo come esempio le partite di baseball di Charlie Brown: non assistiamo mai materialmente al gioco, non c’è una striscia che ci mostra il campo, l’unica cosa che vediamo è il monticello di battuta dove si piazza, e spesso rotola in terra, Charlie Brown. Le sue sconfitte le apprendiamo a cose fatte: a Schulz, che pure è un tipo decisamente sportivo, non interessano qui le azioni che hanno condotto a quel risultato, per lui sono molto più evocative, coinvolgenti ed efficaci le emozioni e le reazioni dei suoi personaggi. E i commenti, ovviamente. Perfino l’epopea di  Snoopy che sta per battere il record di homerun di Babe Ruth, mito reale del baseball americano, ci viene raccontata, come abbiamo visto, solo di riflesso e lo stesso tentativo “storico” di Snoopy fallirà non a causa sua ma per un errore tecnico di Charlie Brown. Ancora una volta, alle prese con la necessità di far accadere qualcosa, Schulz ha scelto una via indiretta per comunicarla. La cosa più importante è che questa mancanza di narrazione visibile non toglie nulla alla portata epica di ciò che è accaduto. Sarà per il temperamento di Charlie così incline a dedurre significati assoluti, universali da quello che prova, dice e pensa, ma davvero ogni volta che lo vediamo con guantoni e mazza abbiamo l’impressione di essere di fronte a qualcosa di profondo e memorabile a una sfida dove ci si gioca tutto il bagaglio dell’esistenza bambina. E infatti, basta ripensare alla serietà, l’intensità e l’ardore degno di una finale di Champions con cui già semplicemente tre bambini con un pallone si sfidano, per capire come ancora una volta Schulz abbia centrato in pieno il senso di un pezzo di vita trasportando nel mondo dei simboli universali e condivisibili le impressioni che ciascuno di noi ha provato in un pomeriggio dei migliori anni della sua vita.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...