Needles, dove vive Spike (ma un tempo anche Charles Schulz)

La_cuccia_del_filosofo_Cop_Print.pdfdi Saverio Simonelli

E’ l’estate del 1929, l’anno della grande crisi economica e se ci trovassimo in un angolo sperduto del deserto dell’Arizona, in direzione Ovest potremmo vedere due macchine che avanzano tra la polvere di una strada sterrata. Su quella davanti, una Ford comprata l’anno precedente, ci sono a bordo un uomo, una donna, un bambino di sei anni e un cane.  L’uomo arresta la macchina, scende e comincia a piantare una tenda, la moglie sistema un fornelletto da campo mentre il bambino gioca con il piccolo Spike, un bull terrier di piccola taglia. Fanno così ogni sera da due settimane, da quando hanno lasciato il Minnesota perché ancora non hanno ben chiaro il luogo d’arrivo.

Molti anni dopo Charles Schulz ricorderà quella sera in cui il padre assieme allo zio Frenchy – anch’egli in viaggio a bordo della seconda macchina del convoglio – lo sistema in piedi su un tavolinetto da picnic e gli dice di guardare lontano: quello che sembra un ammasso azzurrino di nuvole è in realtà  l’avamposto massiccio e severo delle Montagne Rocciose.  Non un miraggio ma un presagio di qualcosa di immenso, titanico, annichilente. Il bambino guarda ma non ha alcun punto di riferimento salvo quell’ombra lontana che pare scolorare nella nebbiolina che una piccola oasi di erbette sparute rilascia sul far del tramonto… non sa invece che proprio lì da qualche parte c’è la meta finale, o magari anche solo temporanea di questo ennesimo esodo familiare: Needles, California, capoluogo di desolazione, bruciato dal sole, tre strade in croce e il silenzio del caldo torrido attraversato dal ronzio costante dei ventilatori elettrici. Quando al mattino si ritira il bucato steso la sera prima, i panni non sono caldi, avvampano. “Un posto miserevole” commenterà Schulz che proprio lì collocherà la dimora del fratello di Snoopy, Spike, che vive in una solitudine completa tra coyote e cactus con i quali prova a imbastire dei discorsi come Robinson Crusoe sull’isola deserta..
(continua ne La cuccia del filosofo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...