Che fare della musica Classica?

Rimboccarsi le maniche per tornare a gustare una musica che è nata per essere di tutti, poi…nel corso del tempo qualcuno e qualcosa l’hanno messa in un angolo. Qui una brillante difesa

quinte parallele

“Mi scusi, giovanotto? Si, dico proprio a lei. Ecco, salve, volevo sapere cosa ci fa lei a questo concerto? Lei che è così giovane, sicuramente è un appassionato, magari è anche competente. Come dice, ah suona? Bene, che bravo, complimenti… ma le piace davvero questa musica?”

L’intervallo dei concerti offre spesso spunti di conversazione gradevoli. Che bravo il direttore, adorabile il solista, e così via. Poche volte si va oltre il semplice passatempo. Ma non questa volta. La frase che ho riportato me l’ha rivolta una signora decisamente attempata, oltre la settantina, appena uscita decisamente provata dal Concerto per Violino di Arnold Schönberg.

View original post 804 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...