A ciascuno il suo Yeats

yeats-2015-website-banner1Non importa avere una bellissima voce, forse neanche una perfetta pronuncia stile “irish” o degna di un suddito di sua maestà britannica. Basta un po’ di passione e una buona rete wifi e il gioco è fatto. Ma di cosa si tratta? Parliamo di quello che potrebbe diventare il più grande archivio di registrazioni vocali delle poesie di Yeats. Un progetto nato nell’ambito del 150° anniversario del poeta e al quale ciascuno può aderire da qualsiasi parte del globo.

Il primo passo è scegliere una poesia, registrarla su un qualsiasi dispositivo, dagli smartphone al computer fino a strumenti più professionali e quindi andare sul sito yeats2015/your-yeats e seguire le istruzioni per postare la propria registrazione su di un apposito “soundcloud”.

All’iniziativa hanno già prestato la propria voce attori, scrittori, politici, giornalisti o semplici cittadini irlandesi o di lingua inglese. Tra gli altri gli organizzatori hanno recuperato una lettura del Nobel Seamus Heaney scomparso da alcuni anni, ma c’è anche la voce dell’ex presidente della Repubblica d’Irlanda Mary Robinson.

Ma non lasciatevi intimorire: qualsiasi appassionato o amatore del grande poeta è ben accetto, proprio nello spirito di Yeats che considerava la lettura ad alta voce come il coronamento ideale della riuscita di un verso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...