Galeano, che fece conoscere il calcio raccontato in Italia

GaleanoL”ideologia del futbòl latinoamericano. Per primo viene il Sudamerica, almeno sull”agenda editoriale italiana. Sì, perché è con l”arrivo della coppia Soriano-Galeano che dalle nostre parti si scopre la possibilità di scrivere di calcio senza essere considerati autori di second”ordine o di genere. “Pensare con i piedi” dell”argentino Osvaldo Soriano viene tradotto in italiano per Einaudi nel 1995 e sempre dello stesso autore e per lo stesso editore esce nel 1998 “Futbol” raccolta di racconti che è un vero e proprio manifesto di un certo modo di vedere il calcio e il suo rapporto con la vita. “Splendore e miserie del gioco del calcio” di Eduardo Galeano, che Sperling pubblica nel 1997, completa questa triade made in Sudamerica ma che, soprattutto a casa nostra, genera un proselitismo ed una venerazione assoluti. Per capire questa fortuna, oltre al fascino indiscutibile che il Sudamercia calcistico porta in dote e agli innegabili momenti di grazia rintracciabili nei testi, va sottolineato che ambedue gli autori sono degli esiliati perseguitati per ragioni politiche nei loro Paesi d”origine: questo probabilmente è il motivo fondamentale per cui una certa intellighenzia nostrana solidarizza subito con la loro causa e la loro Weltanschauung. Il calcio qui vuole anzitutto essere simbolo di riscatto sociale, e per di più il pedigree politico si declina attraverso molte idee proprie del sentire no-global: la condanna delle multinazionali, l”avversione ad ogni tipo di commercializzazione, l”esaltazione del paupersimo, di un calcio dei “vinti” e dei “perdenti”. Le storie di Galeano-Soriano raramente finiscono bene: qui l”eroe deve essere sempre un antieroe, menomato nel fisico o nel destino, troppo programmaticamente e forzatamente ”diverso”, le sue azioni poi vengono dilatate nei tempi e nel simbolismo (vedi il famoso racconto –cult di Futbol ‘Il rigore più lungo del mondo”), l”atmosfera che pervade i testi mutua qualcosa del realismo magico marqueziano, combinando fisicità assoluta con un alone di misticismo laico, in uno stile sintatticamente blando e avvolgente, ma che si nutre di ossimori o comunque di accostamenti forti, improbabili, di grande effetto: “Maradona è per la gloria di Dio” (Soriano). “Maradona vinse, pisciò fu sconfitto”. (Galeano)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...