Berlino in fuga dal Muro. Una famiglia appesa a un filo

Casa dei MinisteriQuello che vedete nella foto a fianco è il tetro e squadratissimo profilo della Haus der Ministerien, uno dei più temuti palazzi berlinesi ai tempi della Ddr. Ebbene, da lassù in una notte di pioggia e senza luna, una famiglia mise in atto una delle fughe più spettacolari della storia del Muro di Berlino. Il palazzo distava appena qualche decina di metri dalla striscia della morte… Qui di sgeuito l’incipit di un racconto che da lunedì sarà disponibile gratis on line

Era decisamente una montagna quella che si era appena lasciata alle spalle. Dura da scalare come una cima delle Alpi, difficile da decifrare come un teorema di geometria. Il Palazzo dei Ministeri si stagliava nel crepuscolo berlinese con la sua massa imponente. Luci accese, basse. Le ultime carte della giornata sulle scrivanie, uffici che stavano chiudendo uno dopo l’altro, impiegati che uscivano alla spicciolata senza voltarsi. Lui invece si era voltato più volte, in tasca il passi che non aveva restituito all’usciere sfruttando un momento di disattenzione.

Ma perché Heinz tornava a casa con un passi per il palazzo dei Ministeri in tasca? E perché arrivato al parcheggio aveva dedicato l’ennesima occhiata a quel parallelepipedo grigio e austero?

Perché Heinz aveva un piano, che stava maturando nella sua testa oramai da parecchie settimane. Fuggire all’Ovest, passando per quel palazzo, sì, proprio per uno dei simboli del potere dello Stato, una delle sue roccaforti inespugnabili. Un’impresa azzardata, apparentemente folle, come se una pecora pensasse di andarsi a cercare un pascolo migliore passando per la tana del lupo.

Lui a Berlino era solo di passaggio. Non ci abitava né ci lavorava. Era nato e risedeva a Lipsia, dove aveva studiato economia industriale. Da anni si occupava di progetti e strategie economiche sui quali una volta al mese informava le autorità del Ministero proprio in quel palazzo dal quale era appena uscito.

Non era soddisfatto del suo lavoro Heinz, ma soprattutto non era più soddisfatto della sua vita. Aveva una moglie e un figlio di nove anni e quando pensava al suo e al loro futuro vedeva nella mente un panorama grigio, privo di soddisfazioni, di imprevisti, un futuro che qualcun altro gli aveva cucito addosso. Quei piani e quei programmi ai quali aveva lavorato e lavorava sembravano segnare il passo. Tutto era sottoposto a una quantità infinita di analisi, verifiche, discussioni, mentre al di là del Muro l’economia di quell’altra Germania, quella che lui voleva ancora considerare come un pezzo del suo stesso Paese, quella economia lì insomma andava a gonfie vele, con buona pace di tutte le campagne ideologiche che ogni giorno venivano somministrate a lui come a tanti altri colleghi. L’unico progetto che sembrava funzionare almeno nella sua mente era quello di lasciare definitivamente il Paese per il quale tanto si era speso.

E allora perché non mettere al corrente almeno la moglie di quel progetto ? Forse Heinz dentro di sé pensava che si trattasse di una cosa impraticabile e magari la moglie non aveva nessuna voglia di condividerla. Forse a lei quello che avevano in quella casa e in quella città bastava. Chissà. Ci sono, però, di quei momenti nella vita di un uomo in cui una tua idea diventa così ingombrante nella testa che devi per forza tirarla fuori, anche se ti sembra una follia. Ti affiora quasi da sé sulla punta delle labbra. Basta spingerla fuori. Basta prender fiato.

Annunci

Un pensiero su “Berlino in fuga dal Muro. Una famiglia appesa a un filo

  1. Pingback: In fuga dal Muro, incredibili storie vere « In-Folio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...