università

Carta o digitale? Non è questo il problema

Gli studenti universitari studiano indifferentemente su supporti elettronici e sulla carta. Quello che fa la differenza è il modo di studiare non lo strumento. E’ quanto emerge dall’indagine presentata il 31 marzo dall’Associazione Italiana Editori (AIE) a Roma in collaborazione con il Consiglio Universitario Nazionale (CUN), la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) e…

SanFranGreenApple_540x242

Ecco la libreria dell’anno (secondo il Publisher’s Weekly)

La Green Apple Bookstore di San Francisco è la “libreria dell’anno” secondo l’autorevolissimo Publisher’s Weekly. Il riconoscimento premia quella che è una sorta di istituzione culturale della citta californiana con oltre 47 anni di onorato servizio. Una libreria labirintica la definiscono i clienti e non solo per le dimensioni che raggiungono gli oltre 7.000 metri…

Calabresi 2

Mario Calabresi: A occhi aperti

Aprire gli occhi al mondo. Curioso come in questa frase il complemento di termine “mondo” assuma due significati, uno passivo, uno attivo. Nella prima accezione, quella più immediata il mondo è lo scenario, quello che si offre al nostro sguardo, così com’è. Ma c’è l’altra, quella in cui il mondo siamo noi, noi che dobbiamo…

bambino-che-legge-17941019

Bologna. Bookfair 2014. Più si cresce, meno si legge

Abbiamo salutato con piacere la crescita percentuale del 3,1% nel mercato dei libri per ragazzi, eppure se si analizzano meglio questo e altri dati, la situazione della lettura nelle fasce dei lettori più giovani non è così rosea. Lo dimostrano i dati dell’Istat illustrati a Bologna da Giovanni Peresson – responsabile del Centro Studi dell’Aie…

magonza1

Germania: una Quaresima a piedi

di Elisa Cutulle’ In Quaresima fioretti, privazioni, digiuni e astinenze sono da sempre parte integrante delle giornate del credente. In questi ultimi anni, tuttavia, è cambiata la tipologia di fioretti : c’è chi guarda meno televisione e spende più tempo con la famiglia, chi riduce l’uso di Internet o del telefonino e chi decide di…

lettstatiuniti

Ecco la nuova letteratura d’America

Sicuramente esagerò il direttore del New Yorker, David Remnick, quando qualche anno fa dichiarò pubblicamente che il romanzo contemporaneo era esclusivamente americano, vero è però che la ricchezza. L’eterogeneità e il successo internazionale di decine di scrittori yankee hanno reso quella letteratura sicuramente tra le più fertili e rilevanti degli ultimi decenni. E’ quindi benemerita…