Quella vita narrata con serietà e leggerezza. Parla Antonio Ferrara

antonio ferraraScrivere ciò che si deve, senza compromessi. Senza censurare nulla della propria esperienza, del proprio modo di vedere il mondo. Farlo, però, con la levità e la grazia adatte a raggiungere i lettori più piccoli, cui non si deve risparmiare il problema, la difficoltà, neanche il dolore, ma lo si deve fare con il tatto dell’adulto che narra con delicatezza e responsabilità affinché chi ascolta faccia tesoro di una storia, di un’esperienza, di un qualcosa che accade nel mondo dell’immaginazione ma che insegna a muoversi meglio nella vita reale.

E’ questo il modo in cui si rivolge ai suoi giovani lettori Antonio Ferrara già premio Andersen nel 2012 con il romanzo “Ero cattivo” edito San Paolo e che in questi anni ha girato tutto lo stivale incontrando bambini e ragazzi, facendo proprie le loro osservazioni, le obiezioni, i consigli: il tutto per istituire attraverso la lettura quel legame umano che rende più piena la vita.

Così Ferrara ha raccontato la sua “poetica” ai microfoni di Tv2000 a margine del festival Mangiastorie di Gussago

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...