Cosa si legge nella “piazzetta” virtuale di Inoltre /2

SeeNet-II-e-il-decentramento_largePaola Segurini torna su un classico: il Lev Tolstoj della Sonata a Kreutzer, un saggio tragico sul ruolo antropologico della donna, più attuale – per molti versi – che mai. Srotolamento narrativo da urlo.

Elvio Calderoni segnala una sua scoperta, Oltre le parole del giovane Luca Giachi: lo spunto iniziale, dice è geniale: la protagonista attraversa la strada e scorge una 500 gialla anni ’70 atterrare dal cielo…

Floriana Simone ha appena iniziato: La volontà di essere felici di Thomas Mann… giusto per tirare un po’ su il morale!

Elena Tamborrino è alle prese con La carta più alta di Marco Malvaldi, si tratta dell’ultimo giallo della serie del BarLume, con i suoi pensionati e improvvisati detective

Paola Abenavoli sta leggendo Il bordo vertiginoso delle cose, di Carofiglio, si riserva un giudizio quando sarà andata avanti nella lettura

Marco Maresca si sta dedicando a Danilo Dolci e alla raccolta di poesie Poema umano. Tra i temi di queste liriche: il rapporto viscerale del poeta con il suo tempo e la sua terra, la sua idea, pacifica, di lotta sociale.
“Anche le stelle / biancoazzurre di notte da lontano / hanno un’anima rutila / ma la mia pena d’uomo / è oltre ogni nebbia di galassie. / Il nome che mi chiama non è il mio / nessun nome è mio”.

Maria Luigia Ciancarelli ci offre una preziosa citazione dai Paradossi del sig. Pond di Chesterton , ovvero come non interrompere una persona quando sta parlando. “La conversazione dovrebbe essere inviolabile perchè leggera, inconsistente, frivola; in ogni modo così fragile e facile da distruggere. Ridurne la vita è peggio che commettere un omicidio: è un infanticidio. E’ come uccidere un bambino che cerca di venire alla luce. Non potrà più essere riportato in vita…….”

Silvia Pellacani infine consiglia Storie della Resistenza una antologia di racconti e testimonianze curata da Domenico Gallo, critico e traduttore, e Italo Poma, storico e biografo di partigiani. Una lettura, dice che è come un’immersione in storie intensissime, non lontane da noi e che aiutano anche a riflettere sul nostro oggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...