Giuseppe Verdi e la sua ‘opera più bella’

parlo d'amor con meLui lo disse chiaramente: delle sue opere quella che gli piaceva di più era la realizzazione di una casa per accogliere i vecchi cantanti d’opera caduti in disgrazia economica. Così nacque Casa Verdi, tuttora attiva a Milano, ritratta e narrata in questo romanzo accattivante, sonoro e filante scritto da Paola Calvetti, che immagina e inanella storie viste con gli occhi di una particolarissima protagonista, la cameriera della casa nonché grande appassionata della musica non solo del maestro di Busseto. Il titolo ‘Parlo d’amor con me’ è infatti tratto da un’opera di Mozart come a sugellare l’universalità dell’afflato delle sette note.

In questa intervista rilasciatami per TV2000 il racconto di Paola Calvetti è alternato ad alcuni momenti di una reale esibizione a Casa Verdi

 

Paola Calvetti
Parlo d’amor con me
Mondadori
Pagg. 126 Euro 10

Annunci

Un pensiero su “Giuseppe Verdi e la sua ‘opera più bella’

  1. Questo video mi ricorda molto “Quartet”, un bel film che ho visto di recente, proprio su una casa di riposo per musicisti, in Inghilterra. A parte i protagonisti, tra cui Maggie Smith, quasi tutti gli altri interpretano se stessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...