Torino 2013: l’altro salone/1

logosaloneSe, da buoni lettori, vi è capitato almeno una volta di visitare il Salone del libro di Torino, forse sarete rimasti colpiti come me dalla ressa di folla, dalle file copiose di persone di fronte agli stand dei grandi editori oppure zigzaganti di fronte allo spazio dove si esibisce lo scrittore famoso, meglio ancora se personaggio televisivo.

E’, certo, un desiderio legittimo di “essere lì”, di respirare dal di dentro l’atmosfera di un gran libro, di una nota e prestigiosa sigla editoriale, ma io credo che un Salone del libro sia anzitutto una possibilità pressoché unica per scoprire qualcosa che di solito non si trova nella libreria sotto casa o tra le pagine Internet suggerite da Google.

Per questo motivo da oggi e ogni giorno fino a mercoledì prossimo vi segnalerò alcuni eventi o autori meritevoli di essere seguiti proprio perché non hanno su di sé i riflessi delle luci della ribalta mediatica…

…e iniziamo con una casa editrice neonata, la barese Liberaria, che affronta il salone con alcune proposte particolari e innovative come, tanto epr fare un nome, Il metodo della bomba atomica, romanzo d’esordio di Noemi Cuffia, nota e apprezzata blogger con il nickname Tazzina di caffè: il metodo della bomba atomica di Noemi Cuffiasi tratta della storia di una passione amorosa che travolge la vita di tre personaggi e che ha come catalizzatore il ritrovamento di un cadavere misterioso che emerge dalle acque di un lago artificiale. Ne parlerà il 20 maggio alle ore 14 l’autrice assieme a Dario Voltolini presso lo Spazio Incontri.

Stuzzica l’attenzione del lettore curioso anche il libro edito da 66thnd2nd, la casa editrice romana con il nome più difficile da decifrare e forse per questo più facile da memorizzare una volta imparato. Si tratta di Le cose brutte non esistono di Riccardo RomaniLe cose brutte non esistono di Riccardo Romani che da un ventennio fa il reporter ed è corrispondente da Londra per Skytg24. Un testo il suo che ci riporta tra i grandi spazi del continente americano assieme a personaggi singolari e racconti pieni di malìa.
Per conoscerlo meglio l’appuntamento è allo Spazio Agorà alle ore 19 di sabato 18 maggio. L’evento sarà impreziosito dalla lettura di Sabrina Impacciatore. (1. Continua)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...