Dennis Bergkamp: il numero 10 che non voleva volare

Questo è l’inizio di un mio racconto che figura nell’antologia edita da L’Erudita “I più grandi numeri 10 della storia del calcio”. Il libro, che raccoglie una serie di testi dedicati ai più grandi fantasisti ma anche a interpreti semisconosciuti del pallone, è disponibile in libreria in questi giorni La sagoma dell’aereo faceva a rimpiattino…

Controcanti

di Elvio Calderoni Controcanto: Melodia secondaria che si sovrappone o sottosta alla melodia principale. Ecco qui. Già questa definizione suona democratica, potenzialmente rivoluzionaria, libera. Ovvero: il controcanto è, certamente, secondario rispetto alla melodia di base ma può sovrapporsi ( quindi non equipararlo, ma proprio stare sopra! ), oppure sottostare ( tornando quindi secondario ). La…

Quante idee di Europa…

Se avete un attimo di tempo e vi va di concentrarvi un po’, il Goethe Institut propone un sondaggio divertente e che può contribuire a determinare quanto sia ancora importante l’idea di Europa per noi singoli cittadini, soprattutto in un tempo di incertezza turbolenze, inquietudini e precarietà che sembrano minare alla radice un pensiero “alto”…

E’ morto il re. Viva il re

di Elisa Cutullè Dovrebbe essere il periodo della repubblica, della democrazia eppure in Germania pare si stia sviluppando il desiderio di vedere tornare al potere la monarchia. Non mi è chiaro se ciò sia dovuto al prominente vicinato: in Belgio, “patria” eccellente dell’Idea europea vige una monarchia parlamentare federale; in Olanda (da cui il Belgio…

Rodari: Il manuale delle favole/2

Altri due metodi elementari per irrobustire la vostra diposizione fantastica. Nel citato articolo che abbiamo iniziato a riassumere nella prima parte di questo testo, Gianni Rodari si diffonde ulteriormente in consigli e avvertenze anticipando in un certo senso i creatori del fortunatissimo Shrek…proprio là dove parla di “insalata di favole”. Il metodo, spiega “consiste nel…

Come una paralisi

di Paolo Marcacci Goccioline di pioggia offuscavano la trasparenza del mondo al di fuori. Di colpo, senza preavviso. – Chi se ne frega, a questo punto…- ebbe la lucidità di pensare. Completamente disteso, a parte la testa e il collo rialzati artificialmente. Le gambe avevano dimenticato anche cosa fosse il dolore, a parte una qualche reminiscenza…