Le sorprese dei Tognazzi

Ugo Tognazzidi Elvio Calderoni

Da piccolo, per raggiungere Roma dal litorale a sud, dove vivo tuttora, la mia strada preferita ( e, a conti fatti, anche quella di mio padre )era la litoranea, attraversando la quale, si giungeva, a un certo punto, dopo Tor Vajanica, in una esigua frazione chiamata Villaggio Tognazzi. Ero malato di cinema da bambino e quel cognome, così presente nelle locandine che non finivo mai di guardare e riguardare, e così evocativo, mi spinse a chiedere ai miei:

“Ma quindi Ugo Tognazzi abita qui?”
“Be’, non proprio, ci viene in vacanza.”
“E un uomo solo ha dato il nome ad un paese?”
“Be’, può succedere, se l’uomo è importante.”
“E dove abita?”
“Non so, qui, da queste parti, in qualche via interna.”
“E ci viene da solo?”
“Ma no, ci verrà con la famiglia, i figli…”

A calpestare, seppur con le ruote della macchina, la stessa terra calpestata da uno dei miti indiscussi del cinema italiano anni ’60 ’70 ’80, l’emozione mi devastava, apriva scenari nuovi, forti e promettenti, la fantasia a portata di reale.

Nello stesso giro d’anni, cominciai a frequentare, da spettatore, con una certa emozione, lo Zecchino d’Oro. Una bimba presentò una canzone, “Show nella foresta”, che mi rimase parecchio impressa, nell’anno del trionfo di “Gugù nell’età della pietra”. Lei, cinque anni appena, uno sguardo che alternava fierazza ad estraneità, un’aria spaesata, un clima d’altrove.

Anni dopo, parecchi anni dopo, Ugo Tognazzi morì.

Il funerale mi rimase impresso: i figli in prima fila, il pugno di rabbia di Gianmarco contro il banco, gli sguardi di Ricky e di Maria Sole. Ricordo il filmato, le foto, il dolore così ben espresso dai volti, i probabili rimpianti, tanta tanta rabbia.
Son passato varie volte sulla Litoranea che è sempre la mia strada preferita per raggiungere Roma da Anzio, anche se ci si mette di più, anche se è più lunga, anche se c’è più traffico, specialmente d’estate. Mi fa sempre piacere calpestare con le ruote il tratto di strada che porta il nome di una famiglia così bella, così importante.
Ho seguito le evoluzioni di tutti e quattro, il loro diversissimo apporto al cinema, sia italiano che non. Gianmarco, da improbabile presentatore di programmi per ragazzi della tv commerciale a fine interprete delle inquietudini contemporanee. Maria Sole, soprattutto, portatrice di un touch molto particolare, nelle sue opere da regista. E Ricky, forse il più famoso, il più simile al padre, che da decenni indaga le evoluzioni della coppia italiana, insieme a Simona Izzo.
Mi ha colpito un’intervista del figlio meno noto, Thomas, nella quale dichiara:

Quando siamo arrivati a Torvajanica ho incontrato per la prima volta Gianmarco: l’idea di Franca e Ugo era quella di non raccontare subito che io ero suo fratello, avevano deciso di dirgli che ero un amico venuto per passare l’estate. Ma io e Gianmarco, anche se non conoscevo l’italiano, siamo subito diventati amici e, dopo appena due ore che giocavamo, a un certo punto Gianmarco, che aveva solo quattro anni meno di me, mi ha messo un braccio sulla spalla e, rivolto a Franca e Ugo, ha detto «ma non sembriamo due fratelli?»

Un padre che aveva preparato parecchie sorprese, evidentemente.

E oggi, solo oggi, che è uscita la notizia di un candidato alle elezioni che avrebbe mentito su una sua partecipazione allo Zecchino d’Oro, l’immenso Cino Tortorella spiega che il suddetto candidato non è mai stato in gara allo Zecchino d’Oro e che non è possibile presentarsi sotto falso nome. Il mago Zurlì aggiunge: “C’é stato solo un caso, con la figlia di Ugo Tognazzi – prosegue Zurlì – presentata sul palco solo con il nome, senza il cognome, per non favorirla in alcun modo. Ma se uno avesse verificato avrebbe scoperto facilmente chi era.”

Le sorprese non finiscono mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...